“Una libera professionista non riesce a ragionare sulla maternità in termini di tutele come può fare una dipendente.”

Valentina Simeoni

Lavorare con la partita Iva non è semplice. Essere mamme neanche. Essere una mamma con la partita Iva aggiunge un’ulteriore livello di complessità. Non a caso il sottotitolo del libro di Valentina è “Come vivere allegramente la maternità quanto tutto è contro”.
Valentina si presenta così “Mi chiamo Valentina e sono una di voi: lavoratrice autonoma dal 2012, partita Iva dal 2013, mamma dal 2016.”
La particolarità di Valentina è che ha un dottorato in antropologia culturale. E’ quindi bravissima a osservare le persone. Nel suo libro Mamme con la partita Iva racconta con brio la sua storia e quella di altre mamme con la partita IVA. Ci sono esperienze belle, brutte ma anche al limite del surreale.
E’ un libro che ci voleva proprio perché da consigli utili, ci conforta facendoci vedere di non essere sole e ci porta a riflettere su come migliorare la nostra condizione di mamma con la partita Iva.

Abbiamo parlato di

  • Cosa serve per avere diritto alla maternità quando si ha la partita Iva.
  • Quali sono le sfide specifiche per una futura mamma con partita Iva.
  • Perché alcune professioniste decidono di non dire che sono mamma.
  • Qual è il ruolo dei padri.
  • Perché dobbiamo smettere di pretendere troppo da noi stesse.

Scarica l’intervista di Valentina Simeoni

Abbiamo menzionato
il libro di Valentina Mamme con la partita Iva *

Dove puoi trovare Valentina online
Facebook https://www.facebook.com/mammeconlapartitaiva/

Qual è la tua storia di mamma con la partita Iva? Avevi già la partita Iva prima di diventare mamma? Hai aperto la partita Iva dopo essere diventata mamma? Stai pensando di farlo?
Raccontaci nei commenti com’è andata e come sta andando.

*Se decidi di comprare su Amazon tramite il mio link affiliato potrei ricevere una piccola commissione.