Essere ignoranti non paga e anzi costa. Ottobre è il Mese dell’Educazione Finanziaria promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria quindi dopo avere sognato sul serio è ora di imparare. Come la legge, la finanza non ammette ignoranza.

Oggi cominciamo con questo test veloce delle economiste Annamaria Lusardi e Olivia Mitchell (fonte Donna Moderna).
Tranquilla 🙂 Lo scopo è semplicemente capire quanto ne sai attualmente di economia e finanza perché qualsiasi percorso parte dalla consapevolezza.

A) Supponi di avere 100 euro in un libretto di risparmio e che la banca versi il 2% all’anno di interesse. Quanto denaro avresti sul conto dopo cinque anni se non hai prelevato del denaro?
1. Più di 102 euro
2. Esattamente 102 euro
3. Meno di 102 euro
4. Non lo so

B) Depositi del denaro in banca per due anni e questa versa ogni anno il 10% sul tuo conto. La banca verserà più denaro il secondo anno rispetto al primo o ti assegnerà lo stesso importo per entrambi gli anni?
1. Di più
2. Lo stesso
3. Non lo so

C) Supponi di dovere chiedere un prestito di 100 euro per un anno. Qual è l’importo più basso da rimborsare: 105 euro o 100 euro più il 3% all’anno?
1. 105 euro
2. 100 euro più il 3% all’anno
3. Non lo so

D) Ipotizza che nel corso dei prossimi 10 anni i prezzi delle cose che acquisti raddoppino. Se anche il tuo reddito raddoppia, il tuo potere d’acquisto sarà inferiore a quello di oggi, sarà lo stesso o maggiore?
1. Inferiore
2. Lo stesso
3. Maggiore
4. Non lo so

E) Supponi di avere del denaro. È più sicuro impiegarlo in un’attività commerciale o in un unico investimento oppure destinarlo a più attività commerciali o investimenti?
1. Un’attività commerciale o investimento
2. Più attività commerciale o investimenti
3. Non lo so

Trovi le risposte in fondo al post.

Com’è andata?

Se non è andata bene, tranquilla. Per prima cosa non sei l’unica. Economia e finanza non sono tra gli argomenti preferiti degli Italiani in generali e delle Italiane in particolare. Nei vari test di alfabetizzazione finanziaria, l’Italia è sempre tra gli ultimi delle classe.

Poi ho un’ottima notizia per te. Esiste un rimedio all’ignoranza (nel senso di ignorare le cose 🙂 ) e si chiama educazione finanziaria.

Cosa vuol dire educazione finanziaria?

L’OCSE definisce le competenze finanziarie come la combinazione di:

  • conoscenze di concetti economici di base (il test che hai appena fatto)
  • attitudini come l’orientamento al lungo periodo (uovo oggi o gallina domani?)
  • comportamenti adeguati (non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca)

Perché è importante l’educazione finanziaria?

Con le giuste competenze finanziarie possiamo prendere decisioni che ci permetteranno di raggiungere i nostri obiettivi a breve, medio e lungo termine. In parole povere, goderci la vita senza mettere a rischio il nostro futuro perché nessuna di noi ha voglia di finire sotto i ponti.

Avere competenze finanziarie è sempre stato importante ma ora non possiamo più permetterci di essere ignoranti.

Prima per avere una pensione bastava pagare i contributi. Ora invece dobbiamo fare scelte complesse. Lascio o non lascio il TFR in azienda? Quale tipo di pensione integrativa scelgo? Quanto verso?

Un tempo si apriva un libretto alla posta e si compravano titoli di Stato. Oggi invece c’è una vasta scelta di prodotti finanziari e la crisi finanziaria del 2008 ha messo in evidenza quante persone hanno fatto scelte poco o mal informate.

Non ci sono neanche più i rendimenti di una volta. Risparmiare non basta perché a lasciare i soldi in banca ci si rimette tra bollo e inflazione.

Da un punto di vista femminile, dobbiamo anche capire le conseguenze economiche di scelte come lavorare part-time, prendere il congedo parentale o smettere di lavorare. Essere in coppia non è buon piano finanziario. I nostri partner possono perdere il lavoro, ammalarsi, lasciarci. Le donne purtroppo sono più a rischio povertà degli uomini soprattutto dopo una separazione, un divorzio o una vedovanza.

Ti ho convinta?

Questo mese intervisterò esperte di economia e finanza e ti darò tanti consigli in attesa che parti la mia super scuola di educazione finanziaria per donna.

Sono curiosa. A quante domande hai risposto correttamente? Qual è stata la domanda più facile per te? E la più difficile?

Le risposte giuste sono: A, 1; B, 1; C, 2; D, 2; E, 2